Biografia

Grazie alla frequentazione dello studio dello scultore Aurelio De Felice, inizia a realizzare le sue prime opere in gesso, cera e legno, dedicandosi tuttavia agli studi di Giurisprudenza a Roma, dove poi intraprende l’attività di avvocato 1947-1968, a cui alterna, dal 1962, quella di scultore. Nel 1972 lascia definitivamente l’avvocatura e Roma per dedicarsi completamente alla scultura a Pietrasanta. Le sue prime esposizioni si tengono a Roma: due personali nel 1968 alle Gallerie Don Chisciotte e Il Cortile, poi nel 1974 presso le Gallerie Nuovo Carpine e Nuova Pesa. Alla fine degli anni 1970 prende parte ad alcune mostre collettive a San Quirico d’Orcia, Siena.

A Pietrasanta è fra i soci fondatori del Laboratorio Cooperativa Bottega Versiliese, di cui è stato anche presidente per dieci anni, dedicandosi soprattutto all’approfondimento di tutte le tecniche di trasformazione del marmo e alla realizzazione di opere commissionate da artisti e architetti che richiedono accorgimenti particolari. In quest’ambito, dal 1987 al 1992 collabora sia alla progettazione che alla realizzazione della parte marmorea del nuovo teatro-museo di Nizza. In Versilia, comunque per brevi periodi anche dal 1962, si avvale dell’aiuto dei Laboratori Franco Cervietti, Ettore Mariani e della Fonderia Mariani. A Pietrasanta, dove partecipa ad “Artisti e artigiani in un centro storico” 1975, 1976 e “Scultori e artigiani in un centro storico” 1977, 1978, dona “I Tre Pugni” del 1974, scultura monumentale in legno e metallo, collocata in località Africa nel 2003.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito del Museo dei Bozzetti www.museodeibozzetti.it. La foto dell’opera “I tre Pugni” è di Erio Forli.

Timeline