"Ho trovato poetico il tema del seme, che è sinonimo anche di futuro. Mi piace l’idea di togliere peso al marmo, di alleggerirlo"
Alex Bombardieri

Biografia

Di origine valtellinese, la sua formazione si divide tra la scultura canonica e le arti multimediali. Nel 2003 è selezionato per il T.A.M., un corso di scultura, gioiello e design ideato da Arnaldo Pomodoro e nel 2006 consegue il diploma specialistico di II livello in nuove tecnologie per le arti di Brera. Del 2003 è anche la Breve riflessione sulla geometria della Nigredo, realizzata nella forma di una rete in PVC e piombo su tela.

Nel 2004 partecipa alle collettive Il sacro, presso la Galleria San Fedele di Milano, e Artisti in cattedra presso la Cascina Roma, San Donato Milanese (Milano). Del 2008 è invece Metro Quadrato Bruciato, scultura realizzata in gesso e cenere e trasformata poi in un Trittico nel 2015; dello stesso periodo è Kratos, realizzata in marmo bianco e zucchero.

Nel 2012 giunge secondo alla prima edizione del Premio Fondazione Henraux, con l’opera Sàmara, nome botanico del seme dell’acero, metafora del futuro e dello sviluppo. Quest’opera può essere considerata l’ispirazione per Seed realizzata nel 2014 in marmo bianco di Carrara. Nel 2013 crea Spira, utilizzando un mix di materiali eterogenei quali piombo, cenere, marmo bianco, legno e lampade al neon. Nel 2014 partecipa, insieme ad altri 8 artisti alla collettiva PA(e/s)SAGGI, nella sua città d’origine, Tirano (Sondrio), in cui le opere sono disseminate all’interno dei maggiori palazzi storici della città (Foppoli, Pretorio, Torelli, Marinoni, Quadrio Curzio, Merizzi, Visconti Venosta, Mazza e San Michele), con lo scopo di far dialogare l’arte contemporanea con l’ambiente cittadino e il suo passato. Nell’occasione presenta la sua scultura in acciaio inox Vidovdan, un ricordo dei Caduti della Prima guerra Mondiale e un monito per la popolazione moderna.

Nel 2015 esibisce l’opera site specific Parole Isola(te), in ferro, legno e cotone, nella rassegna Orticolario, presso villa Erba di Cernobbio di Como.


Le immagini pubblicate nella Timeline sono state estratte dai siti:
www.adicorbetta.orgwww.fondazionehenraux.itwww.contexto-edolo.itwww.alexbombardieri.comwww.orticolario.itwww.abriga.it

Timeline