“E Alice Penalba ha imparato a costruire le stelle…”
Pablo Neruda

Biografia

A Buenos Aires si iscrive alla Esculea Nacional de Bellas Artes nel 1930 e poi alla Esculea Superior de Bellas Artes nel 1934, dove ottiene il diploma di professore di Disegno e Pittura, e partecipa ai Saloni e mostre collettive, ottenendo diversi premi nazionali. Nel 1948, grazie ad una borsa di studio del governo francese, frequenta il Dipartimento di Incisione della École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi e nel 1949 riceve la Medaglia per Incisori (per allievi stranieri). Comincia anche a scolpire all'Académie de la Grande Chaumiére con Ossip Zadkine. 

Delle importanti rassegne a cui prende parte si ricordano: Salon de Mai, Parigi 1952; Salon de la Jeune Sculpture, Parigi 1952-1957; Biennale, Middlelheimpark, Anversa 1953, 1955, 1961, 1969; Salon des Réalités Nouvelles, Parigi 1955, 1956; "Scuola di Parigi" 1956, Giappone; Musée Rodin, Parigi 1956; Kunstgewebermuseum, Zurigo 1957; Guggenheim Museum, New York 1958, 1962; "Pittsburgh International Exhibition", Carnegie Institute 1958, 1964, 1967; "Documenta" 1959, 1964, Kassel; Kunstkring, Rotterdam 1960; Musée d'Art et Industrie, Saint-Etienne 1960; Cleveland Museum of Art 1960; Biennale di San Paolo, Brasile (Premio Internazionale per la Scultura, 1961); "Drawings by Sculptors" 1961, Smithsonian Institution, itinerante negli Stati Uniti; Institute of Design, Illinois 1961; Institute of Technology, Chicago 1961; Museum des 20 Jahrhunderts, Vienna 1962, 1964; Aldrich Museum of Contemporary Art, Ridgefield 1964; Biennale, Tokyo 1965; Fondation Maeght, St. Paul de Vence 1967, 1968; Museé d'Art Moderne de la Ville de Paris 1968; Hakone Open Air Museum, Ninotaira 1969; Henraux, Palazzo dei Diamanti, Ferrara 1972; "Scultura contemporanea francese" 1973, itinerante in Nuova Zelanda, Australia, Messico, Venezuela e Colombia; Museo d'Arte Moderna, Seoul 1976; Fondazione Gulbenkian, Lisbona 1979; Biennale Internationale de Sculpture, Grand Palais, Parigi 1981.

Nel 1957 organizza la prima personale alla Galerie du Dragon a Parigi, a cui ne seguono molte altre, tra cui: Galerie Claude Bernard, Parigi 1960; Otto Gerson Gallery, New York 1960; Museo de Arte Moderna, Rio de Janeiro 1962; itinerante, musei di Otterlo, Eindhoven e Leverkusen 1964; Galleria Nuovo Carpine, Roma 1969; Galerie Alice Pauli, Losanna e Galerie d'Art Moderne, Basilea 1971; Galería Arte Contacto, Caracas 1976; Galleria Stendhal, Milano 1976; Museé d'Art Moderne de la Ville de Paris 1977; Museo de Arte Contemporáneo, Caracas 1978; Kunstmuseum, Saint Gall 1980; Centre Culturel, Villeparisis 1981. Nel 1974 riceve il Gulbekian Prize per la scultura. Sue opere sono conservate nei musei di numerose città, fra cui Parigi, Vienna, Rio de Janeiro, Caracas, Anversa, Giappone, Stoccarda, Washington, Berna e spazi pubblici in Francia, Italia, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Argentina, Perù e Stati Uniti. 

Arrivata in Versilia negli anni '60, partecipa ai simposi organizzati dalla Ditta Henraux, dove comincia a realizzare le proprie opere, oltre che presso i Laboratori Giulio Cardini, Stefania Cima, Stile Dorico, Roberta Giovannini, Giovanni Gozzani, Sauro Lorenzoni, Officina, Studio Sem, nelle Fonderie Tommasi, Da Prato, Tesconi e Versiliese. E' invitata alla Biennale Internazionale di Scultura di Carrara 1965, 1967, 1973, 2000 e anche a diverse altre mostre, tra cui presso il Centro Culturale L. Russo di Pietrasanta: "Artisti e artigiani in un centro storico" 1976; "Il passato e la presenza" 1982, 1983; "Scultrici in Versilia" 1983; "Il disegno degli scultori" 1988; e una personale postuma a La Versiliana, Marina di Pietrasanta nel 1983.

Timeline