C'è tanto lavoro da fare. Sto scoprendo un nuovo mondo di forma, consistenza, volume e gravità, in un ambiente culturale molto diverso e posso portare aspetti di tutto quello che avevo fatto prima in una nuova opera
Almuth Tebbenhoff

Biografia

Artista di origine tedesca, nasce nel 1969 a Fürstenau, una cittadina del nord-ovest della Germania dove trae la più grande ispirazione nel processo di creazione dell’opera. In giovane età si trasferisce a Londra, dove studia l’arte della ceramica presso il Sir John Cass School of Art dal 1972 al 1975. Nel 1981 apre un suo studio trasformando l’atrio di una chiesa in laboratorio, dove continua il lavoro sulla ceramica, e nel frattempo approfondisce lo studio di altri materiali quali il metallo, presso il South Thames College, tra il 1986 e il 1988. Nello stesso anno dell’apertura del laboratorio londinese realizza la prima personale presso il Kulturgeschichtliches Museum di Osnabrück in Germania. Per tutto il proseguire degli anni ’80 è impegnata in territorio tedesco e austriaco con molte personali, tra cui quelle presso il Emslandmuseum del Schloss Clemenswerth (1983), al Keramik Studio di Vienna (1986) e alla Rathausgalerie di Haselünne. 

Inizia ad esporre a Londra con importanti personali tra cui presso la Todd Gallery nel 1990; nel 1996 presenta l’installazione VeedeVeedeVenne, presso la Commercial Gallery, nello Spitalfields Market; nel 2004 presso la Sculpture Court alla Cafe Gallery, a Southward Park. Del 2010 è Crucible, grande esposizione della Pangolin Gallery, presso la Cattedrale di Gloucester. Riceve incarichi di insegnamento presso scuole d’arte londinesi dal 1996, tenendo corsi di scultura, disegno e ceramica. Nel 2006 vince un soggiorno studio presso lo Studio Sem di Pietrasanta per imparare l’arte della scultura in marmo. Naturalmente prende parte a moltissime collettive, in tutto il mondo: la prima, nel 1982, presso il Battersea Arts Centre di Londra, nel 1990 Before Sculpture — Sculptors' Drawings presso il New York Studio School, nel 1993 presso l’International Art Centre di Poznan in Polonia, del 1995 è An Ideal World, presso Alternative Arts a Londra, nel 2001 espone alla Royal British Society of Sculptors di Londra, nel 2005 Fe2O5, un’installazione in ferro presso la Myles Meehan Gallery di Darlington. Nel 2007 porta nella sua Inghilterra gli artisti di cui si circondava allo Studio Sem di Pietrasanta, in una mostra presso l’Harold Martin Botanic Garden all’Università di Leicester. 

Partecipa nel 2011 alla IX edizione di Donna Scultura, presso la Chiesa di Sant Agostino a Pietrasanta; nello stesso anno lavora con la Galleria Paola Raffo Arte Contemporanea, ancora a Pietrasanta. Infine, lavora con la Royal British Society of Sculptors al Centro Culturale L. Russo. Tra il 2012 e il 2013 partecipa a Homo Faber, una grande collettiva a cui prendono parte numerosissimi artisti di fama internazionale e provenienti da ogni parte del mondo, realizzata in Sant’Agostino. Negli anni successivi lavora molto con la Pangolin Gallery realizzando tra le altre, Sculptors' Drawings nel 2012 e Crucible 2 nel 2014.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state concesse dall'artista ed estratte dai siti:
www.studio-sem.com, static1.squarespace.com, www.tebbenhoff.org,
www.museodeibozzetti.it

Timeline