“Quando lavoro la creta, vorrei dire la mia in modo che il mondo che io vedo e descrivo non rimanga oscuro a nessuno”
Cordelia von den Steinen

Biografia

Frequenta a Basilea il Liceo Femminile e poi la Scuola d'Arte e Mestieri, dove segue le lezioni di Georg Schmidt, direttore del Museo d'Arte della Città. Dopo l'abilitazione all'insegnamento artistico, nel 1963 si trasferisce a Milano per frequentare i corsi di Marino Marini all'Accademia d'Arte di Brera. Nel 1965 riceve il Premio Federale Svizzero per la Scultura e una borsa di studio dal Museo d'Arte di Basilea per il soggiorno di un anno a Roma. Nel 1966 si reca a Carrara, dove esegue alcune opere presso il Laboratorio Nicoli e dove incontra Pietro Cascella, con cui si sposa. Nel 1970, con un'altra borsa di studio si reca a Parigi per seguire i corsi alla Cité Internationale des Arts.

Dopo la nascita di Jacopo nel 1972, si trasferisce con la famiglia al Castello della Verrucola presso Fivizzano in Lunigiana, pur alternando permanenze a Milano. Dal 1967 al 1970 partecipa al Salon de Mai e al Salon de la Jeune Sculpture a Parigi e nel 1969 tiene la prima personale alla Dorf Gallerie di Riehen, a cui poi seguono molte altre, tra cui: Galerie Dr. Griesbach, Heidelberg 1971; Galleria Vismara, Milano 1975; Galleria Ariete, Roma 1976; Galleria Salotto, Como 1977; Centrum für Kunst und Kommunication, Vaduz 1977; Galleria Margutta, Pescara 1978; Galleria del Naviglio, Milano 1980; Galleria Niccoli, Parma 1981; Banca Popolare, Milano 1981; Torkelgalerie, Maienfeld 1982; Haus Annie und Theo Ballmer, Basilea 1983; Galleria Gianferrari, Milano 1984; Studio D'Ars, Milano 1986; Banco Santo Spirito, Roma 1987; Collegio Cairoli, Pavia 1988; Galleria San Luca, Bologna 1989; Galleria La Sanseverina, Parma 1990; Museo della Fortezza Spagnola, L'Aquila 1992; Galleria Dantesca, Torino 1993; Galleria Borgonuovo, Milano 1995; Galleria dell'Incisione, Brescia 1997; Castello, Costigliole d'Asti 1997; Komunale Galerie Wilmersdorf, Berlino 1997; Kunst Raum Riehen, Basilea 1999; Fondazione Monte di Parma, Parma 1999; Hilton, Milano 1999; Museo Piaggio, Pontedera 2001; Galleria d'Andrè, Roma 2002; "Il mondo che ci appartiene" 2003, Consiglio Regionale della Toscana, Palazzo Panciatichi, Firenze; Palazzo del Rondù, Tuoro sul Trasimeno 2003; Galleria Campo, Avigliana, Torino 2004; Museo Marino Marini, Firenze 2005; Biblioteca San Egidio, Firenze 2007; Castello Sforzesco, Milano 2009; "Viaggiando nel pensiero-Sculture tra Scrittura e Lettura" 2009, Teatro della Rosa, Pontremoli.

Tra le rassegne più significative si ricordano: "Les Artistes Suisses à Paris" 1971, Citè des Arts, Parigi; Skulpturenpark, Binningen 1972; "De la Céramique à la Sculpture" 1974, Centre Culturelle, Bagnolet; Festival International d'Art Contemporain, Allones, Francia 1976; "Les Matières cuites dans l'Art Contemporain" 1979, Ville Nouvelle, St. 30 Junge Schweizerkünstler, Seedammzentrum, Pfäffikon; "Begnungen" 1980, Biblioteca dell'Università di Basilea; "Basler Künstlerinnen in Bern" 1982, Berna; "Forme nel Verde" 1982, San Quirico d'Orcia; "Schweizer Künstlerinnen Heute", Helmhaus, Zurigo; Gewerbemuseum, Basilea; Elfenhau, Berna; Kunstmuseum, Olten; Musée Rath, Ginevra 1984; "Omaggio a Marino Marini" 1984, Galleria Vismara, Milano; "Scultura disegnata" 1984, Festa dell'Unità, Roma; "Elogio dell'Architettura" 1985, Acireale, Catania; "Petite sculture" 1985, Musèe Henry Boez, Maubeuge Francia; "Do not Eat" 1986, Comune di Busalla, Genova; "Orsa Maggiore" 1986, Termoli; "Forma e Colore" 1986, Comune di Ruffina, Arezzo; Biennale Internazionale d'Arte, Stia, Arezzo 1986; "Artisti e Disegni nell'Oreficeria Italiana" 1987, Arezzo; "Carta per Carta" 1988, Comune di Narni; "Nei Labirinti della Materia" 1989, Palazzo Farnese, Ortona; "Oro d'Autore" 1989, Chiesa di San Francesco, Arezzo e Museo Nacional de Bellas Artes, Buenos Aires 1995; "Aspetti della Scultura Contemporanea" 1989, Galleria Forni, Bologna; "Nove Scultori del Campo di Sole" 1990, Galleria Aminta, Siena; "Terzo Millennio Pianeta azzurro" 1991, Museo di scultura, Fregane; I Grande Mostra d'Arte pro A.N.A.G "Gesù di Nazareth", Villa Clerici, Milano 1991; "Un Punto per Piero" 1991, Scuola Italiana, New York; I Triennale del Realismo, Martin Gropiusbau, Berlino 1992; "27 Scultori Ricordano Pier Carlo Santini" 1994, Fondazione Ragghianti, Lucca; Triennale, Milano 1995, 1998, "Women Beyond Borders" 1996, Antikenmuseum, Basilea; "Scultori del Libro" 1997, Ente Fiera, Vicenza; "Omaggio a Nivola" 1998, Galleria Civica, Nuoro; "Illuminazioni", Palazzo della Ragione, Padova; Palazzo Stupinigi, Torino; Palazzo dei Normanni, Palermo 1999; "Lending a Hand" 1999, Contemporary Art Forum, Santa Barbara; "Omaggio a Francesco" 2000, Chiesa delle SS. Stigmate di San Francesco, Roma, e Chiesa di San Francesco, Arezzo e Basilica di Santa Croce, Firenze 2001; "Dalla Versilia a Lugano. Sculture in Via Nassa" 2000, Lugano; "Riflessi sull'Acqua" 2002, Ippodromo Capanelle, Roma; "Mail Art" 2002, Galleria Civica d'Arte Contemporanea, Termoli; mostra scenografie Turandot, Aeroporto di Pisa 2005.

Realizza diverse opere per spazi pubblici: fontane a Basilea, Riad e Seravezza; sculture a Vencac, ex-Jugoslavia, Aeroporto di Parma, Rapolano Terme, Santa Chiara di Pisa, Pontedera, Cinisello Balsamo, Biblioteca del Senato Italiano a Roma; "Il pane di San Francesco", Basilica Inferiore di Assisi, Regione Toscana a Firenze, Università di Chieti; altari per la Chiesa di Santa Maria Maggiore a Francavilla a Mare e per la Chiesa di San Pietro a Pescara. Si ricorda inoltre la realizzazione insieme a Pietro Cascella e Mauro Berrettini del "Campo del Sole" a Tuoro sul Trasimeno. Nel 2000 realizza anche "La Badia", bozzetto per un tappeto della festa del Corpus Domini di Camaiore. Riceve numerosi premi per la Scultura in Svizzera durante i suoi primi anni di attività e nel 1991 vince il Premio Michetti a Francavilla; nel 1992 diventa membro dell'Accademia di San Luca a Roma e del Kunstlersonderbund Deutschland. Insegna Disegno e Scultura e disegna oggetti per arredamenti interni, gioielli e costumi teatrali, tra cui per: "Barbablu", Maggio Musicale Fiorentino; "Macbeth", Opera di Genova; "Billy Bud", Festival di San Miniato; "Turandot", Festival Pucciniano, Torre del Lago.

In Versilia realizza le sue opere presso i Laboratori Riccardo Giannoni, Roberta Giovannini, Frido Graziani, Liborio Vizzoni e Fonderie Tommasi, Del Chiaro e Mariani – e poi a Fivizzano, Massa (dal 1977). Nella zona apuo-versiliese presenta diverse personali, tra cui: Galleria Polacci Arte, Forte dei Marmi 1986; Studio Saudino, Viareggio 1989; APT, Massa 1992; Marignana, Camaiore 1994; "Diario di Terra, Acqua, Fuoco" 2002, CCLR, Pietrasanta; "Come un Ape" 2006, Fortino, Forte dei Marmi; Palazzo Ducale, Massa 2010. Prende parte anche numerose collettive, tra le quali vi sono: Biennale Internazionale di Scultura, Carrara 1969, 1972, 1996; "Scultori" 1975 e "Artisti e artigiani in un centro storico" 1976, Pietrasanta; "Scultrici in Versilia" 1983; "La donna creativa" 1984; "Il disegno degli scultori" 1988, 1993; "Ad occhi aperti" 1995; "La porta dell'anima-Pietrasanta il Sacro e la Scultura" 1998; "Asta-Pietrasanta per TELETHON" 1998; "Pietrasanta-Sculture e Scultori" 2002; "Salviamo il Duomo" 2002; "Il Malbacco-L'altra faccia della scultura, storia di una bottega" 2003; "Vetro & Scultura, 20 artisti interpretano Venini" 2005; "Donna Scultura" 2006, IV edizione, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; "Massa-Scultura internazionale" 1986, Castello Malaspina, Massa; "Particolarità per una collezione" 1993, Studio d'Arte La Subbia, Pietrasanta; "Incontri d'Arte" 1994, Studio d'Arte La Subbia, Pietrasanta; "Per un amico-27 scultori ricordano Pier Carlo Santini" 1994, Fondazione Ragghianti, Lucca; "La scultura eroica" 1998, Officina Michelangelo, Pietrasanta; "H2O-Universo acqua" 2001, Studio d'Arte La Subbia, Pietrasanta; "Sulla soglia della scultura" 2001, Villa Gori, Stiava; "Donne in scultura a Camaiore" 2002, Ex scuderia Borbone, Camaiore; "L'acqua e la vita-Magnetismi delle Forme" 2002, Centrale Indroelettica di Torrite, Castelnuovo Garfagnana; "Salviamo il Duomo" 2002, Spazi espositivi Il Vaticano, Pietrasanta; "Le mani Intelligenti-Scultori a Focette" 2003, Simposio Internazionale di Scultura, Focette, Marina di Pietrasanta; "I segni e le forme-Due passi nell'arte" 2005, Centro storico, Pietrasanta; Mostra scenografie Turandot, Aeroporto di Pisa 2005; "Sculture da indossare" 2007, Il Fortino, Forte dei Marmi; "Scultura in valigia" 2009, Palazzo Comunale, Pietrasanta. 


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito dell'Artista www.cordeliavondensteinen.info e dal sito del Museo dei Bozzetti www.museodeibozzetti.it

Timeline