“L’ Arte si nutre di se stessa”
Nelle mie opere linee tonde si contrappongono a linee diritte, ll concavo al convesso, il morbido al tagliente, interventi orizzontali contro la sempre presente verticalità ……

Elisa Corsini

“Elisa, quando l’ho conosciuta tanti anni fa era bianca e rosa come una pesca,infarinata di polvere di marmo come di solito è la frutta della Versilia nel mese di settembre. Scolpiva sorridendo, sul marmo del Portogallo, colombi e falchi in amore”

Antine Nivola

Biografia

Nasce alla Spezia, compie i suoi studi a Carrara dove si diploma al Liceo Artistico e successivamente nel 1961 all’Accademia di Belle Arti. Il suo maestro, lo scultore Ugo Guidi, influenzerà le sue prime opere caratterizzate da un linguaggio figurativo-espressionista.
Dalla fine degli anni Sessanta insegna disegno presso i licei artistici di Lucca e Carrara e per due anni all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 1973 vince il Premio di Scultura Antelami a Parma e nella stessa città organizza la sua prima mostra personale alla Galleria Antelami (1974). Inizia a frequentare i laboratori di scultura di Pietrasanta e Carrara dove lavorano noti scultori italiani e stranieri (Nivola, Signori, Fonseca, Noguchi). A Pietrasanta organizza il suo studio di scultura e partecipa alle “Mostre Internazionali della Grande scultura”, nello stesso periodo il Museo Pagani di Castellanza acquista la sua prima grande scultura realizzata a “taglio diretto”.
In questi anni avviene il passaggio a una scultura più astratta e il marmo diventa il materiale da lei prediletto. Espone in Italia e all’estero: negli Stati Uniti (Palm,Chicago e Cincinnati) ed in Europa (Francia, Svizzera, Germania ). Agli inizi degli anni’ 90 lascia l’insegnamento ed il suo interesse si sposta verso una scultura più figurativa: i lavori di questo periodo verranno esposti nel ’94 a Parigi all’Espace Bateau Lavoir.
Segue una intensa attività artistica e in un ciclo di mostre affronta temi legati ai miti classici. Si ricordano le personali: “I Tesori di Ulisse” al Chiostro di Sant’Agostino di Pietrasanta nel 2001, “In viaggio per Itaca“ alla Fortezza Firmafede di Sarzana nel 2005 e “Nidi, trappole e fughe” alla Polis Arte di Pietrasanta nel 2010.
Mostre Antologiche Organizzate dal Comune e i Musei civici della Spezia: “Elisa Corsini Sculture 1987-1997” al Centro Salvador Allende e in un percorso cittadino (1997) “Elisa Corsini Scultrice “ al CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia (2017).
Vince i seguenti Concorsi nazionali di Scultura:
nel 1977 per la realizzazione di un’opera monumentale al Carcere di Rimini
nel 1987 per la realizzazione del Monumento alla Resistenza a Vezzano Ligure, Spezia
nel 1990 per la realizzazione del Monumento ai Caduti sul Lavoro in Piazza della Libertà alla Spezia.
Partecipa a due simposi internazionali di scultura:
2011 12th China Changchun (High-tech Development Zone) International Sculpture Symposium 2014 China Changchun International Sculpture Symposium
nei quali con forte determinazione affrontare di nuovo la dimensione monumentale.
Vive tra La Spezia e Pietrasanta dove ha il suo studio in Via Vicinato 15.

FONTI:
Biografia e galleria fotografica
“Elisa Corsini sculture 1987-1997” Catalogo – Comune della Spezia – Musei Civici della Spezia 1997.
“Elisa Corsini Scultrice“ Catalogo – De Ferrari Editore – CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea La Spezia 2017
Bibliografia
www.museodeibozzetti.it

Timeline