"Dagli artigiani di Pietrasanta, nonostante i miei 80 anni, apprendo sempre qualcosa di nuovo"
Giuliano Vangi

Biografia

Si trasferisce a Firenze con la famiglia nel 1934, studia all'Istituto d'Arte, allievo di Bruno Innocenti, e successivamente all'Accademia di Belle Arti dove segue i corsi della Scuola Libera del Nudo. Nel 1950-1959 insegna disegno all'Istituto d'Arte di Pesaro e si dedica alla realizzazione di sculture monumentali in marmo e cemento. Nel 1959-1962 si trasferisce in Brasile dove si dedica ad una ricerca astratta, lavorando cristalli e metalli, quali ferro e acciaio. Le sue opere iniziano ad attirare l'attenzione pubblica: vince il I Premio al Salone di Curitiba, espone al Museo di San Paolo e partecipa ad una mostra itinerante negli Stati Uniti. Nel 1962 ritorna in Italia, stabilendosi a Varese e insegna per alcuni anni all'Istituto d'Arte di Cantù. Dal 1978 risiede a Pesaro. E' con il rientro in Italia che recupera la figurazione.

Espone con personali in molte sedi prestigiose in Italia e all'estero, tra cui: Galleria Ambiente, San Paolo 1959; Museu de Arte Moderna, San Paolo 1960; La Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze 1967; Galleria Il Milione, Milano 1969, 1971; Galleria Fant Cagnì, Brescia 1969; Badischer Kunstverein, Karlsruhe 1970; Wurtembergischer Kunstverein, Stoccarda 1971; Kunsthalle, Recklinghausen 1971; Galerie Buchholz, Monaco di Baviera 1971, 1979; Kunsthalle, Darmstadt 1971; Stadische Galerie Schloss, Oberhausen 1971; Galleria Toninelli, Roma 1972; Galerie Brockstedt, Amburgo 1972; Galerie Schonbrunn, Francoforte 1972; Galleria San Luca, Bologna 1972; Galleria Bambaia, Busto Arsizio 1973, 1977, 1982, 1991; Bedford House, Londra 1973; Galleria Torbandena, Trieste 1974, 1985; Galleria Il Tridente, Grosseto 1974; Galleria Sampietro, Ravenna 1975; Galleria Schreiber, Brescia 1976; "Dossier, 8 Mesi di Scultura" 1977, Galleria d'Arte Moderna, Torino; Palazzo della Permanente, Milano 1977; Istituto Italo-Latino Americano, Roma 1978; Galleria Michelucci e Loggia Rucellai, Firenze 1978; Palais des Beaux Arts, Charleroi 1978; Galleria Blu Art, Varese 1978; Galleria La Colomba, Torino 1978; Centro Storico, Rimini 1979; Palazzo Letteraria, Verona 1979; Galleria Leonardo, Bolzano 1979; Giardino delle Oblate, Firenze 1980; Sindin Gallery, New York 1981; Galleria Metastasio, Prato 1981; Galleria L'Affresco, Montecatini 1982; Galleria Lo Spazio, Brescia 1982; Castello Aragonese, Ischia 1982; Consigli Arte, Parma 1983; Galleria Il Fante di Spade, Milano 1984; Galleria Forni, Bologna 1984, 1991; Galleria Torbandena, Treviso 1985; Galerie Brockstedt, Amburgo 1986; Galerie Hasenclever, Monaco 1986; Galerie Valentien, Stoccarda 1986; Gallery Universe, Tokyo 1988; Muse Beato Angelico, Vicchio 1989; Galleria La Senseverina, Parma 1989; Società Promotrice delle Belle Arti, Torino 1989-1990; Chiostro di Voltorre, Gavirate 1990; "Omaggio a Giuliano Vangi" 1990, Biennale d'Arte Contemporanea, Premio Marche, Ancona; Chiesa di Sant'Agostino e Accademia di Belle Arti, Bergamo 1991; Castel Sant'Elmo, Napoli 1991; Galleria Appiani Arte Trentadue, Milano 1991; Galleria Forni Scultura, Bologna 1991; Galleria Penelope, Asti 1993; Palazzo del Ridotto, Galleria Comunale d'Arte e Galleria Il Vicolo, Cesena 1993; Marstall, Rastatt 1994; Battistero di San Pietro, Asti 1994; Forte di Belvedere, Firenze 1995; Bozzetti, Disegni, Sculture per il nuovo Presbiterio del Duomo, Museo Diocesano, Padova 1995; Sede della Società Dante Alighieri, Palazzo Firenze, Roma 1999; Galleria Carlina, Torino 1999; "Studi per un Crocefisso" 2000, Palazzo Montani Antaldi, Pesaro; "Studi per un Crocefisso" 2000, Salone delle Reali Poste, Piazzale degli Uffizi, Firenze; The Hakone Open-Air Museum, Giappone 2001; Museo Hermitage, San Pietroburgo 2001; "Vangi l'Uomo" 2002, Museo Piaggio Giovanni A. Agnelli, Pontedera; Park Ryu Sook Gallery, Seoul 2002; Antologica, Parigi 2003; "Sei sculture a Milano" 2003, Galleria Poleschi, Milano; Galleria Stefano Forni disegni e acqueforti, Bologna 2003; "Grande Racconto" 2004, Rotonda della Besana, Milano; "Sculture e Disegni" 2005, Palazzo della Ragione, Padova; Istituto Italiano di Cultura, Tokyo 2007; "Vangi a Materima" 2008, Centro Materima di Casalbeltrame, Novara.

Partecipa a numerose collettive, tra cui: Galeria Barcinski, Rio de Janeiro 1960; Petite Galerie, Rio de Janeiro 1960; Galleria Valente, Curitiba 1961; Galeria Cromoi, San Paolo 1961; Biennale, San Paolo 1961, 1969; Galerie Sistina, Rio de Janeiro 1962; mostra itinerante negli Stati Uniti: Walker Art Center, Minneapolis, City Art Museum, St. Louis, Colorado Springs Fine Arts Center, Minneapolis, St. Louis, San Francisco, Denver 1962- 1963; "Piccoli bronzi da collezione" 1967, Galleria Gianferrari, Milano; Premio del Fiorino, Firenze 1967, 1969, 1971, 1973, 1977; Biennale Internazionale del Bronzetto, Padova 1967, 1971, 1973; Mostra del Disegno Contemporaneo, Bassano del Grappa 1968; "41 Artisti contemporanei" 1968, Opere Grafiche-Galleria Gianferrari, Milano; "Menschenbilder" 1968, Kunsthalle, Darmstadt; "Season of Italian Art" 1969, Grosvensor Gallery, Londra; "Milan, Tendences Actuelles" 1969, Galerie de France, Parigi; Mostra itinerante di Scultura Italiana: Il Cairo, Teheran, Hannover, Würzburg, Kiel, Colonia, Lisbona, e Budapest, Montevideo, Buenos Aires, Tokyo, Hakone, Città del Messico 1969.1972; "Nuove presenze nell'arte italiana" 1970, Chiostro di San Domenico, Imola; "Zeitgenossen"- Kunsthalle, Recklinghausen 1970; Fiera di Primavera delle Gallerie Berlinesi, Berlino 1970, 1971; Kunstmarkt, Koln 1970, 1971, 1972; "Scultori Italiani" 1970, Galleria La Gradiva, Firenze; III Internazionale del Disegno, Darmstadt 1970; "Art", Basilea 1970, 1971, 1972, 1977, 1982, 1983; XXVII Biennale Nazionale d'Arte, Milano 1971; "Pittori e Scultori operanti nella Provincia di Varese" 1971, Galleria Cadario, Caravate; "Escultura de Arte Contemporanea" 1971, Museu de Arte, San Paolo; "Scultori italiani contemporanei" 1971, Palazzo Reale, Milano; "Giovinezza-Feticcio-Morte-Tabù" 1972, Haus am Waldsee, Berlino; "Milano 70/70" 1972, Museo Poldi Pezzoli, Milano; Quadriennale, Roma 1972, 1999; Biennale di Middlheim, Antwerpen 1973; "Maestri del nostro tempo" 1973, Galleria Cadario, Caravate; Volterra 73 "Interventi nella città", Volterra 1973; "Arte, Lavoro e Vita civile" 1973, XXVI Premio Suzzara, Suzzara; "Ricerche figurative" 1973, Rassegna d'arte contemporanea, Anagni; "Scultori Italiani Contemporanei" 1973, Musei Reali d'Arte e di Storia, Bruxelles; "Scultura nella Città" 1973, Rimini; "Scultura Italiana Contemporanea" 1974, City Museum e Art Gallery, Hong Kong; "La Coscienza del Reale" 1974, Palazzo della Loggia, Brescia; "Scultori italiani contemporanei" 1974, Grandi Magazzini Seibu, Tokyo; "Scultori italiani contemporanei" 1975, Lugano; Biennale Internazionale di Scultura Civica, Galleria d'Arte Moderna, Campione d'Italia 1975, 1978; Mostra sulla Resistenza, Palazzo Reale, Milano 1975; "Specchio di una società malata" 1975, Torino; Arte Fiera, Bologna 1975, 1976, 1977, 1983, 1985, 1986, 1987, 1990, 1991, 1993, 1994; Mostra del Bronzo Italiano, Salon d'Automne, Parigi 1975; "Realismo e Realtà" 1975, Darmstadt; Mostra itinerante del Bronzetto italiano: Helsinki, Oslo, Rijeka 1976; Biennale di Arese, Arese 1976; "L'Immagine a tre dimensioni" 1976, Corsia dei Servi, Milano; "Freunde danken Werner Haftamann" 1976, Nationalgalerie, Berlino; "Italianische Druckgraphik Der Gegenwart" 1976, Norimberga; "Documenta" 1976, 1977, Kassel; "Scultori italiani contemporanei" 1977, Palazzo Magistrale, La Valletta; Art Cru- Galerie Jongen, Bruxelles 1978; Grafica italiana contemporanea – Pinacoteca Nazionale, mostra itinerante: Atene, Grenoble 1978; Triennale Européenne de Sculpture, Palais Royal, Parigi 1978; "FIAC", Parigi 1978, 1980, 1982, 1983, 1984, 1992; "Il Disegno in Italia oggi" 1979, Teatro Municipale, Reggio Emilia; Galleria Il Fante di Spade, Milano 1979; "Beispiele Realistischer Plastik in Europa" 1979, Kunsthalle, Brema; Galleria d'Arte Moderna, Torino 1980; "Arte e Mondo Contadino" 1980, Arte e Critica, Torino e Mater; Toninelli Arte Moderna, Roma 1981; "Il Materiale delle Arti" 1981-1982, Castello Sforzesco, Milano; "Memoria dell'uomo" 1983, Circolo del Festival, Santa Croce sull'Arno; Expoarte, Bari 1983; Collettiva di Scultura, Arredamenti Mascagni, Bologna 1983; Rassegna d'antiquariato e Mercanti d'arte, Montecarlo 1983; "Marmo, Tecniche, Cultura" 1983, Arengario, Milano; Collettiva di Scultura, Galleria Valentini, Milano 1983; SIMA, Palazzo Grassi, Venezia 1983; 1984; "Artisti e Scrittori" 1984, Rotonda di Via Besana, Milano; "Idiomi della scultura contemporanea" 1984, 1989, Sommacampagna; "Ricerche contrapposte: un'indagine sul territorio" 1984, Università degli Studi di Macerata; "Il Corpo" 1984, Galleria Valentini, Milano; "Il disegno degli scultori in Italia oggi" 1984, EUR, Roma; "Opere su carta e piccole sculture" 1985, Galleria Bambaia, Busto Arsizio; "Monumenti alla Resistenza Europea" 1985, Salone della Cavalleria, Brescia; "Forme nel Verde" 1985, San Quirico d'Orcia, Siena; Biennale d'Arte Contemporanea, Milano 1985, 1993; "Arte della fortezza" 1986, Fortezza di Sarzanello, Sarzana; I Biennale internazionale di grafica "Tono Zancanaro", Berverino Val d'Elsa 1986; Biennale nazionale di grafica "Alberto Martini", Oderzo 1986, 1988; Scultura, Numana 1987; "Ratsel Wirklichkeit" 1987, Kunsthalle, Darmstadt; "La Scultura Figurativa Italiana del XX Secolo" 1989, mostra itinerante nei musei del Giappone: Gifu, Niigata, Gunma, Fukuyama; "Aspetti della scultura contemporanea 1900-1989" 1989, Galleria Forni, Bologna; "Tre Accadimenti dell'Arte Italiana  Attuale" 1989, Associazione Artisti Bresciani, Brescia; "Aspetti della Figurazione Nuova anni '60" 1989, Galleria L'Affresco, Montecatini; "Luciano Ferriani e i suoi amici" 1989, Chiostro di Voltorre, Gavirate; Biaf '90, Barcellona 1989; Internazionale d'arte contemporanea, Milano 1989, 1991; SIAC, Firenze 1990; "Il Pianeta irritabile" 1990, ex Chiesa della Maddalena, Pesaro; Torino Arte Biennale d'arte moderna e contemporanea, Torino 1990; Premio Marche, Ancona 1990; Ginestra d'oro del Conero, Ancona 1991; "Interlocuzioni – Scultura" 1991, Giardino del Castello Ducale, Agliè; "Gli Artisti con lo I.O.M" 1991, Galleria Il Falconiere, Ancona; "Il Mito di Colombo e l'arte contemporanea" 1992, Palazzo Ducale, Genova; "Omaggio di ventuno artisti a Caravaggio" 1992, Caravaggio; "Ma è calda l'erba sui miei prati" 1992, Galleria Forni, Bologna; "Boldini, Perez, Vangi" 1992, Galleria La Sanseverina, Parma; Premio Vasto arte Contemporanea, Vasto 1992; Mostra collettiva di artisti contemporanei, Galleria Bambaia, Busto Arsizio 1992; "La collezione Barilla di arte moderna" 1993, Corte di Mamiano di Traversetolo; "Arte per Immagini" 1993, Appiani Arte Trentadue, Milano; Salon de Mars, Champ de Mars, Parigi 1993; Triennale europea dell'incisione, Pordenone 1993; I Biennale dell'incisione Roma Musa, Comunità Montane delle Valli del Taro e Ceno 1993; "Il Disegno nella Scultura" 1993, Settembre barassese, Barasso; SAGA, Grand Palais, Parigi 1993; "Disegno e Scultura nell'Arte Italiana del XX secolo" 1994, Permanente, Milano; "Scultura a Varese, dal Verismo ad oggi" 1994, Castello di Masnago, Varese; "Le Stagioni della Scultura" 1994, Pergola, Pesaro; "Artissima", Lingotto, Torino 1994, 1996, 1997; Biennale, Venezia 1995; XXX Premio Vasto, Figure Inquiete, Vasto 1997; "Continuità dell'immagine" 1998, Museo d'arte dello Splendore, Giulianova; "Dialogo fra Generazioni-Mezzo secolo di scultura italiana" 1999-2000, Giardini Malaspina, Pavia; "Elogio della bellezza-Nostalgia della bellezza" 1999, Appiani Arte Trentadue, Milano; "Immagine d'impegno, impegno d'immagine" 2000, ex mattatoio, Testaccio, Roma; "Novecento, Arte e Storia in Italia" 2001, Scuderie del Quirinale e Mercati di Traiano, Roma; "Il Tempo del Cuore" 2001, Pisa; "La seduzione della materia" 2002, Scultori italiani da Medardo Rossi alle generazioni recenti, Spazio Oberdan e Palazzo Isimbardi, Milano; "Arte a Milano" 2002, Collezione del Museo della Permanente e Bottega Giovanni Santi, Urbino; "I Musei Vaticani e l'arte contemporanea. Acquisizioni dal 1980 al 2003" 2003, Vaticano; "I Musei Vaticani e l'arte contemporanea" 2004, Centro Candiani, Mestre; Padiglione Italiano Expò Universale, Aichi, Giappone 2005.

Numerosi sono i riconoscimenti ricevuti, tra cui: Premio Olimpiadi Culturali per le Marche 1954; I premio ed esecuzione di un altorilievo per la Dogana di Ancona 1955; I Premio, Petite Galerie, Rio de Janeiro 1960; I Premio, Salone di Sao Paulo 1962; I Premio, XX Biennale Internazionale Il Fiorino, Firenze 1971; I Premio, Premio Suzzara 1973; Premio Internazionale San Valentino d'Oro, Terni 1979; Premio Presidente della Repubblica e nomina a membro, Accademia di San Luca, Roma (1983, e poi Accademico Nazionale, 1999); membro, Pontificia Insigne Accademia Artistica dei Virtuosi al Pantheon, Roma 1984; membro, Accademia del Disegno, Firenze 1985; Premio San Giuseppe Piero Bargellini, Firenze 1990; Premio Ginestra d'Oro del Cornero, Ancona 1991; membro, Accademia Marchigiana di Scienze, Lettere ed Arti di Ancona 1991; Premio Acquisto, XXXII Biennale Nazionale d'Arte "Città di Milano" 1993; professore onorario, Accademia di Belle Arti, Carrara 1994; Premio Do Forni, Venezia 1995; Premio Donatello, Firenze 1995; Premio Circolo della Stampa 1996; Pesaro 1995; Premio Michelangelo, Roma 1996; Premio Feltrinelli, Accademia dei Lincei 1998; Premio Lions Club, Pesaro 1999; Premio Internazionale Pietrasanta e la Versilia nel Mondo, Circolo Fratelli Rosselli, Pietrasanta 2000; Praemium Imperiale per la scultura, Giappone 2002; Premio per la Scultura Libero Andreotti, Pescia 2003; Gonfalone d'Argento, Regione Toscana 2005.
Nel 2002 nell'ambito di "Italia in Giappone 2001", s'inaugura a Mishima: The Vangi Sculpture Garden Museum, su 30.000 mq con oltre 60 sculture, altre 40 opere e un grande mosaico di 20 m.

Realizza numerosi monumenti collocati in contesti prestigiosi, tra cui: "San Giovanni Battista" 1996, Lungarno Torreggiani, Firenze; "La Lupa" 1996, Piazza Postierla, Siena, 1996; crocifisso, altare, ambone, cattedra vescovile e nuovo presbiterio, Cattedrale, Padova, 1997; nuovo altare e ambone, Duomo, Pisa, 2001; "Donna con albero" 1998, Banca d'Italia, Fiumicino; nuovo ingresso "Varcare la soglia", Musei Vaticani, 1999; scultura "Ragazza in piedi", Sala Garibaldi, Senato; Municipio di Pontedera; Chiesa di Padre Pio (progettata da Renzo Piano), ambone, San Giovanni Rotondo, 2001; Cappella D'Angiolo (progettata da Mario Botta), Cimitero, Azzano, 2002; "San Tommaso d'Aquino" 2002, Santuario Beato Giovanni XXIII (progettato da Mario Botta), Seriate, Bergamo; Roccasecca, 2002 "San Tommaso d'Aquino", alto circa 10 m; tre grandi opere in un parco privato a Seoul, in Corea 2005; nuovo altare, presbiterio, pulpito, Duomo, Arezzo, 2012.

Tra le altre commissioni: due sendalli (parti del palio) per la festa del santo Patrono San Secondo ad Asti (uno è conservato nella collegiata di San Secondo, l'altro è stato consegnato al vincitore della corsa del Palio di Asti, 1994); logo per le celebrazioni del 60esimo anniversario della Resistenza e della Liberazione, commissionato dal Consiglio Regionale della Toscana nel 2003; scenografie per la Madama Butterfly, Pucciniano Torre del Lago nel 2004.

Dal 1967 si stabilisce nell'area apuo-versiliese e nel 2011 il Comune di Pietrasanta gli conferisce la Cittadinanza Onoraria. Lavora presso i Laboratori Franco Cervietti, F.lli Galeotti, Massimo Galleni e Umberto Togni; i Formatori Paolo Bresciani, Alessandro Petrucci e Sirio Navari; i Mosaicisti Poli & Da Prato; le Fonderie Da Prato, Del Chiaro, Mariani, Tesconi e Versiliese. Partecipa a diverse rassegne, di cui si ricordano la Biennale Internazionale di Carrara 1967, 1969, 1973, 1981, 1996, 1998, 2000); "Nuovo Modo" 1979, Orto Botanico, Lucca; "Occasioni da Michelangelo" 1981, Azienda soggiorno e Turismo, Marina di Massa; "Scultori Europei del Dopoguerra" 1981, Palazzo Fiera Marmi e Macchine, Carrara; "Scultura, Marmo, Lavoro" 1981, Triennale Internazionale, Carrara, Pietrasanta, Massa; "Scultura italiana del nostro tempo" 1982, Centro Ragghianti, Lucca ; "Ipotesi per un museo-Sculture nel parco" 1987, La Versiliana, Marina di Pietrasanta; "Marmo Eventi-Scultori ospiti del Gruppo RED Graniti" 1992, Gruppo RED Graniti, Massa; "Particolarità per una collezione" 1993, Studio d'Arte La Subbia, Pietrasanta; "Per un amico-27 scultori ricordano Pier Carlo Santini" 1994, Fondazione Ragghianti, Lucca; "Il tempo del marmo e quello del bronzo" 1998, Museo del Marmo, Carrara; "Scultura lingua viva" 1998, Palazzo Ducale, Massa; "Omaggio a Marino Marini" 2000, Mostra itinerante di disegni, Carrara; "Il segno della scultura-Il bisonte, quarant'anni nell'arte contemporanea" 2000, Antico Ospedale San Giacomo, Carrara; "Il Tempo del Cuore" 2001, Pietrasanta; "Pietrasanta-Sculture & Scultori" 2002, Piazza del Duomo, Chiesa e Chiostro di Sant'Agostino, La Versiliana, Pietrasanta e Marina di Pietrasanta; "Opere su Carta" 2004, ex mercato ittico, Viareggio; "La nostalgia del futuro-Scultori e artigiani a Pietrasanta" 2005, Centro Culturale L. Russo, Chiesa e Chiostro Sant'Agostino, Pietrasanta; "Versilia Terra di Artisti. La Figura Umana" 2009, Galleria – Studio La Meridiana, Pietrasanta; "Da Peccioli a Forte dei Marmi. Collezione di Incisioni e Litografie – Donazioni Vito Merlini incontra il Museo Ugo Guidi" 2011, Museo Ugo Guidi, Forte dei Marmi.

Timeline