"Un grande maestro che anche nella sua produzione artistica manifesta il suo legame con la nostra città e la nostra regione"
Dianora Poletti, Presidente Fondazione La Versiliana

Biografia

Dopo aver frequentato la Technical High School in Providence e la Rhode Island School of Design, nel 1924 è art editor di "American Home" e di "Country Life". Dopo alcuni anni diventa illustratore per "House Beautiful", "House and Garden", "Women's Day", dedicandosi anche alla pittura e alla scultura; nel 1929 si diploma al Pratt Institute di New York. Nel 1961-1962 si concede un periodo sabbatico ed esplora 16 paesi europei, dipingendo ad acquerello. Nel 1940 partecipa alla prima collettiva, "30 American Artists", alla Montrose Gallery di New York, mentre è del 1951 la prima personale alla Ward Eggleston Gallery di New York, alla quale seguono numerose altre, tra cui: "One War-One Peace" 1946, Madison Square Garden, New York; Silvermine Guild of Artists, Silvermine 1957; Adelphi University, Garden City 1965; Bodley Gallery, New York 1970, 1973; Florence Art Gallery, Dallas 1977; La Galerie Shayne, Montreal 1982, 1984, 1987; Hammer Galleries, New York 1984, 1988, 1992; Montclair Art Museum, New Jersey 1988.

Tra le sue principali moste collettive si ricordano: Museum of Rhode Island School of Design 1942; Silvermine Guild of Artists, Silvermine 1953; Peter Kolean Art Gallery, New York 1954; Whitney Museum, New York 1956; Bodley Gallery, New York 1958; Ward Eggleston Gallery, New York 1964; Merry All Center, New Milford 1967; Kendall Gallery, Wellfleet 1984; Pietrasanta Fine Arts, New York 1985; "National Sculpture Society", New York 1985, 1988, 1992, 1993; "Pulcinella, Maschera del Mondo" 1990, Napoli.

Sue opere fanno parte di diverse collezioni pubbliche e private, fra cui: Hunt Botanical Library, Carnegie Mellon Institute, Pittsburgh; York University Museum; Porras Building Complex, Midland; PCX Corp., Oklahoma City; Public Library, Dallas; The Listener e Alice in Wonderland, 8 gruppi scultorei, The Museum of Outdoor Arts, Englewood; Westmoreland Museum of Art, Greenberg; Montclair Art Museum; Commedia dell'Arte, Harlequin Plaza, Englewood; San Francesco, Parigi e Rivotorto, Assisi. Riceve anche importanti riconoscimenti dalla National Sculpture Society di New York: il C. Percival Dietsch Prize 1985 e l'Henry Hering Memorial Medal Award 1988.

Arriva a Pietrasanta nel 1968, comincia a lavorare presso la Fonderia Tommasi e nel 1972 decide di stabilirsi in città, per continuare poi a realizzare le sue opere presso la Fonderia Del Chiaro. A Pietrasanta partecipa a diverse rassegne, tra cui al Centro Culturale L. Russo: "Artisti" 1976 e "Scultori e Artigiani in un Centro Storico" 1979; "Il passato e la presenza" 1983; "Il disegno degli scultori" 1993; "La veste del vuoto" 1993; personale 1996; "La porta dell'anima" 1998; "Pietrasanta Sculture e Scultori" 2002; "Vetro & Scultura" 2005; "La nostalgia del futuro" 2005. Prende parte anche a "100 Years of the National Sculpture Society of the USA in Italy" al Palazzo Mediceo di Seravezza nel 1994. In occasione della sua mostra presso il Museo Storico della Resistenza di Sant'Anna di Stazzema, Lucca nel 1997, dona al museo i bozzetti del gruppo scultoreo "One War-One Peace". Nel 2000 dona l'opera "San Francesco" alla città di Pietrasanta presso l'omonima Chiesa e nel 2002 riceve il Premio Pietrasanta e la Versilia nel Mondo dal Circolo F.lli Rosselli. Nel 2003 riceve la Medaglia d'Argento dal Consiglio della Regione Toscana.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito del Museo dei Bozzetti  www.museodeibozzetti.it e da www.artislimited.wordpress.com

Timeline