"Ho scelto il marmo perchè cercavo un materiale tenero e fragile. Per me il marmo vive ed esprime uno stato d’animo vulnerabile"
Jaya Schuerch

Biografia

Nel 1972 i genitori decidono di traslocare in Svizzera, a Berna, da cui proveniva suo padre. Frequenta il Liceo a Zurigo e, dopo un soggiorno in California, vi ritorna per seguire gli studi in ingegneria presso l'ETH, che poi abbandona qualche anno più tardi. Frequenta il City College a Santa Barbara, dove segue i corsi di Arte, Storia dell'Arte, Biologia e Botanica, con un anno di pausa per viaggiare intorno al mondo. Nel 1984 si trasferisce alle Hawaii, dove lavora come assistente per due artisti del luogo: Ira Ono and Be Jones. Nel 1985 visita per la prima volta Pietrasanta dove decide di trasferirsi per imparare l'arte di scolpire il marmo. Vive quindi tra l'Italia, la California e la Svizzera. Nel 1988 presenta la sua prima mostra a Santa Barbara alla Art Corner Gallery, con sculture in marmo realizzate in Italia e nel 1990 si associa alla Galleria Vista Nova di Zurigo.

Tra le sue personali: "Witness mixed media" 1991, Art City Ventura, California; "Evolution des Bewu§tseins" 1998, Vogtei Galerie Herrliberg, Svizzera; Galerie Atelier, Berna, Svizzera 2000; Vista Nova Galerie, Zurigo, Svizzera 2002; "The Aesthetics of Gravity" 2003, Galerie Schürer, Lägern Kalksteinbrüche, Regensberg, Svizzera 2003; "Exploded Spheres" 2004, Uster, Svizzera. Tra le collettive: Hualien, Taiwan 2003; "Luce e Gravità", (itinerante, 2006); "Licht und Schatten" 2006, Gersau, Svizzera.

Nel 1992 è invitata a partecipare al simposio di scultura di Vorno in Italia, al quale ne seguono altri in tutto il mondo: "Simposio Internazionale di pittura e scultura", Gap, Francia 1993; "IX Simposio Internazionale di Scultura", Teulada, Italia 1996; "V Simposio Internazionale di Scultura Monumentale", Yuzi Paradise Park, Guilin, Cina 1998; "Simposio di Intaglio", Rigi, Svizzera 1999; "Simposio Internazionale di Scultura in granito", Ben Amira, Mauritania 2000; "Simposio di Intaglio", Zurigo, Svizzera 2000:"V Simposio Internazionale di scultura in granito", Laongo, Burkina Faso 2001; "V Simposio Internazionale di Scultura", Hualien, Taiwan 2003; "VIII Simposio Internazionale", Icheon, Corea del Sud 2005; Andres Institute of Art, Brookline, New Hampshire, USA 2005; "Simposio Internazionale di Scultura Monumentale", Mosan Museum, Boryeong, Corea del Sud 2006; "SIEMM Simposio Internazionale di Marmo", Monterrey, Messico 2007; "Simposio Internazionale di Scultura", Spagna 2008.

Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in: Svizzera, Usa, Germania, Italia, Corea del Sud, Francia, Spagna; Inghilterra, Cina e Africa. Nel 1986 compie il suo primo soggiorno-studio a Pietrasanta, dove trova molti artigiani disposti a trasmetterle le loro conoscenze e abilità. Nel 2001, dopo aver vissuto l'esperienza della brusca chiusura di due laboratori in cui aveva lo studio, decide di aprire uno studio in collaborazione con altri artisti, lo Studio Pescarella. Nell'area apuo-versiliese partecipa a diverse rassegne, tra cui: "Scultura al Femminile" 1989, Galleria d'arte La Subbia, Lido di Camaiore; "Scultura oltre frontiera" 1991, Galleria d'arte La Subbia, Lido di Camaiore; "Ombra e Luce" 1992, Galleria d'arte La Subbia, Lido di Camaiore; "Le forme del mare" 1994, Marina di Pietrasanta; "Arte alla Badia" 1996, Camaiore; "Asart 2002" 2002, Pietrasanta; "Arte nel Cortile" 2002, Studio d'arte La Subbia, Pietrasanta; "The Aesthetics of Gravity" 2002, Pietrasanta; "2 + 1 = 16" 2005, Studio Pescarella, Pietrasanta; "10 +1 = 3 Babilonia Passaparola" 2006, Studio Pescarella, Pietrasanta; "Donna scultura" 2010, Chiostro di Sant'Agostino, Pietrasanta.

Timeline