"Il mio lavoro parla sempre di un viaggio che tende porre fine al mio esilio interiore"
Jorge Romeo

Biografia

Nel 1973, lascia gli studi di chimica per dedicarsi alla scultura, si iscrive alla Esculea Nacional de Bellas Artes P. Pueyrredon, dove nel 1977 diventa professore di Scultura. 

Tra le sue personali si ricordano: L'Officina, Trieste 1984; Centro Di Sarro, Roma 1986; Chateau De Sèdières, Correze, Francia 1989; Studio Toni de Rossi, Verona 1990; Galeria Julia Lublin, Buenos Aires 1993; Palazzo dei Priori, Volterra 1997; Arianna Sartori Arte, Mantova 1999; Spazio Montenero, Milano 2002.

Diverse anche le sue partecipazioni a collettive, tra le quali: "Salon Manuel Belgrano", Museo de Artes Plasticas E. Sivori, Buenos Aires; "Salon Nacional", Buenos Aires; Premio de Escultura Francisco Romero, Fondo Nacional de las Artes, Buenos Aires; II Exposition Annualle, Grand Palais, Parigi; Premio Esso de Escultura, Centro Culturale, Buenos Aires 1994; Laboratorio Sperimentale Leoni-Whitman, Bologna 1994; "LineArt" 1994, Gent; Premio Sulmona 1995, 1997, 1999; "70/80/90" 1995-1996, M:N:B:A Centro J.L. Borges, Buenos Aires; Biennale del Bronzetto e della Piccola Scultura, Palazzo della Ragione, Padova 1995; "A la memoria de los pueblos" 1996, Hinojosa de Jarque, Spagna; "Scultori per Sette Comuni" 1996, Valle Roveto L'Aquila; "Scogliera Viva" 1996, Caorle, Venezia; "Della Leggerezza" 1996, itinerante a Volterra, Lucca, Finale Emilia e Massa ; Asociacion Artistas Plasticos "Aragon", Zaragoza 1996; Palazzo Barberini, Roma 1996; "Contemporary Latin American Art" 1997, Kultursentrum Ronneby, Svezia; "Dentro le Antiche Mura" 1997, Piombino; Galerie Rapenburg, Amsterdam 1997; I Bienal Internacional de Escultura, Chaco, Argentina 1998; Premio Ermanno Casoli, Palazzo Piccioni, Serra San Quirico, Ancona 1999.

Tra i vari simposi internazionali si ricordano: Lindabrunn, Austria; Fanano, Modena; Carrara; O'Grove, Spagna; Lama Mocogno, Modena; Quattro Castella, Reggio Emilia; Budduso, Sassari; Guilin, Yu-zi Paradise, Cina; Condrieu, Francia. Sue opere sono conservate in spazi e collezioni pubbliche in Spagna, nei siti dove ha partecipato a simposi, a San Giuliano Terme Pisa, a Valle Roveto L'Aquila, e presso il Museo de Arte Contemporanea e il Museo de Artes Plasticas E. Sivori di Buenos Aires, la Fondazione Pagani di Castellanza Varese e il Museo all'Aperto di Fanano Modena.

Nel 1980 si trasferisce a Carrara, dove lavora anche presso i Laboratori Luigi Corsanini e Statuaria Arte. Nella zona apuo-versiliese presenta alcune personali: Centro Città, Carrara 1981; Atelier, Carrara 1987; Villa Schiff-Giorgini, Montignoso, Massa 1990; Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta 1992; Sale del Borgo, Quercia di Aulla, Massa 1992; e prende parte a molte mostre, tra cui: "Giovani presenze artistiche in Toscana" 1981, Galleria Comunale d'Arte Moderna, Forte dei Marmi ; "Scultori e artigiani in un centro storico" 1981, Pietrasanta; Premio Internazionale di Scultura Gioia Lazzerini, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta 1994; "Situazione Scultura" 1996, Palazzo Ducale, Lucca; "Occasione per Volare" 1997, Chiostri, Ospedale Psichiatrico, Maggiano, Lucca; Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta 1998; "Scultura Internazionale" 1999, Palazzo Comunale, Carrara.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito del Museo dei Bozzetti www.museodeibozzetti.it

Timeline