"Io trovai il marmo che ci mostra la purezza della natura, l'orgoglio della vita, la solennità della morte"
Junkyo Muto

Biografia

Nel 1973, si laurea in Design presso l'Università di Belle Arti di Tokyo, presenta la prima mostra personale e si trasferisce prima a Parigi e poi in Spagna, dove tiene un'altra personale a Murcia. Nel 1975 apre uno studio a Roma, dove nel 1976 presenta una personale alla Galleria La Spatola e partecipa alla "Mostra Internazionale dell'Oscar" in cui riceve il Premio Oscar. Dal 1976 al 1980 partecipa a numerose rassegne internazionali in Giappone, Italia e Francia. 

Tra le sue mostre personali si ricordano: Musei Provinciali di Miyagi e Fukuoka 1980; Museo Centrale di Tokyo 1981; Nagoya, Sendai e Fukuoka 1981; Museo Iwasaki, Yokohama 1983; Tokyo 1984; Palazzo dei Diamanti, Ferrara 1988; Tokyo, Sendai e Nagoya 1988; Tachikichi Gallery, Kyoto 1989; Biblioteca Nazionale, Roma (organizzata dal Ministero per i Beni Culturali, 1990); Museo d'Arte Moderna Uema, Osaka 1991; Galleria Fujisaki, Sendai 1994, 1996, 2000, 2004; Galleria Yamasoh, Kyoto 1996; Museo di Zuigan-ji, Miyagi 1998; Ginza Wako Hall, Tokyo (1998, 2001, organizzata dal Governo Italiano per "Italy 2001 in Japan", 2004, 2007); Galerie Goard, Parigi 1999; Villa di Castelgandolfo, Vaticano 2000; Camera di Commercio, Anversa 2000; "The Kurashi-no-Techo" Annex, Tokyo 2001; Galleria Umeda, Osaka 2002, 2006; Galleria Kabutoya, Tokyo 2003, 2006; H. Art Gallery, Anversa 2003; Galleria Matsuzakaya, Nagoya 2003; Rihga Royal Gallery, Osaka 2005; Oakwood Premier Tokyo Midtown 2009; Takasegawa 2009.

Tra le molte collettive si segnalano: "Nobiltà dell'arte" 1993, Palazzo Savelli, Albano Laziale, Roma; Galleria Fujisaki, Sendai 1998; "Japan Flora 2000" 2000, Hyogo. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, tra cui "Circle Wind-PAX" nella Villa Papale Imperiale di Castelgandolfo, Vaticano; Sendai International Center, Giappone; UNESCO, Parigi; Onjoji Temple, Shiga, Giappone; Tempio Mahabodhi, Buddha Gaya, India; Devil Tower National Monument, Wyoming, USA; New York City; Hawaii.

Arriva a Pietrasanta nel 1986, inizia a lavorare presso il Laboratorio Ettore Mariani e lo Studio Sem. Nel 1995 viene insignito del titolo "Ambasciatore commerciale di Pietrasanta in Giappone" in quanto artefice del Patto di Amicizia tra Pietrasanta e Utsunomiya e nel 1997 gli viene conferito il Premio Internazionale Pietrasanta e la Versilia nel mondo per il quale nel 2003 dona alla Città "Circle Wind-PAX 2003", ora in Piazza dello Statuto. A Pietrasanta partecipa a qualche rassegna, tra cui: Chiostro SS. Salvatore ai Frati (personale, 1997); "Omaggio a Sem" 1997, Centro Culturale L. Russo; "I segni e le forme" 2005, centro storico; "La nostalgia del futuro" 2005, Chiesa di Sant'Agostino, Centro Culturale L. Russo.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito dell'Artista www.junkuyu.jp e da www.rossellipietrasanta.com

Timeline