"Della morte non ho paura, è una scelta tua, spero di trovare un piccolo posto con altre anime e continuare il lavoro scritto davanti al mare della coscienza"
Marta Gierut

Biografia

Allieva di Franco Miozzo, frequenta l'Istituto Statale Stagio Stagi di Pietrasanta. Vincitrice del Premio di Scultura Pietro Mazzei nel 1995 e di varie borse di studio ottenute in ambito toscano, si diploma all'Accademia di Belle Arti di Carrara nel 2000. Conoscitrice dell'opera di Majakovskij, Van Gogh, Hesse, Giovanni Paolo II, Piero Bigongiari (al quale fa nel 1995 un ritratto scultoreo), le sue opere si trovano in alcune istituzioni museali ed enti locali italiani. 
Per ciò che concerne l'attività espositiva in vita, pur se è sempre stata assai restia a proporsi, è da sottolineare la partecipazione a mostre di gruppo a Marina di Pietrasanta, Querceta, Siena, Camaiore, Sillico, Pescia, Modena, Parma, Follonica, Seravezza. Presenta la sua prima personale nel 2005 presso la Galleria Proposte d'Arte Contemporanea a Pietrasanta. 

Riceve vari premi in concorsi sia artistici che letterari a Pietrasanta, Capannori, Milano, realizza un medaglione dedicato allo psichiatra Mario Tobino ed esegue vari ritratti, tra cui quello di Marco Pantani. Lavora (anche nei Laboratori Scultori Associati e Francesconi di Pietrasanta) tecnicamente a sculture di vari artisti, tra cui "The Disney Legends" di Aldo e Andrea Favilli, ora a Parigi; inoltre si impegna in ambito socio-umanitario.

Sulla sua attività hanno scritto e/o si sono interessati poeti e critici d'arte, giornalisti, sociologi e artisti, e persino collezionisti tra cui Vittorino Andreoli, Raffaello Bertoli, Dino Carlesi, Vando D'Angiolo, Lorella Lorenzoni, Anna V. Laghi, Amedeo Lanci, Alberto Bongini. Suo è il monumento intitolato "Il volto e la maschera" collocato a Marina di Pietrasanta e inserito nel Parco Internazionale della Scultura Contemporanea, ai cui lati si trova una sua lirica: "Un fiore giallo, rosso blu è sempre un fiore. Un fiore senza un petalo è sempre un fiore. Un cigno senza un'ala è sempre un cigno. L'umano è sempre un umano. La vita è sempre azioni d'amore". Alla sua figura come poetessa e artista sono state dedicate conferenze a Carrara e a Trieste; la sua sintesi espressiva è nei suoi volumi "Camminando in un'anima" e "In Franco Miozzo" pubblicati postumi e curati dal padre Lodovico Gierut, critico d'arte. A Pietrasanta si svolge annualmente il Premio Marta Gierut con consegna di borse di studio e riconoscimenti ad artisti, personalità della vita socio-culturale, e ad associazioni senza fini di lucro. Opere e scritti sono conservati presso il Comitato Archivio artistico-documentario Gierut a Marina di Pietrasanta.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal "Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut"

Timeline