"Il mio lavoro di scultore ha sempre seguito il corso della vita e delle emozioni che dalle cose e dalla natura scaturiscono"
Nado Canuti

Biografia

Nel 1943 aderisce alla lotta per la Resistenza a soli 14 anni. Spronato da Mino Maccari e Pier Carlo Santini, nel 1950 inzia a dipingere e dal 1966 a dedicarsi principalmente alla scultura, alla grafica e all'arte orafa. Presente alla IX e alla X edizione della Quadriennale d'Arte a Roma con una sala personale, dal 1959 ad oggi ha presentato le sue opere in oltre 70 personali e 150 collettive a livello nazionale ed internazionale. Dal 2004 al 2008 interviene con sue sculture e installazioni a livello urbanistico nei Comuni di Pontedera, Ponsacco, Palaia e Lajatico in provincia di Pisa con il progetto culturale "Officina Canuti", a cui si accosta il Laboratorio d'Arte tenutosi a Pontedera per 250 studenti.

Tra le sue principali personali si ricordano: Biblioteca Comunale, Piombino 1959, 1969; Galerie Basel, Munsterberg, Basilea 1967; Galleria delle Ore, Milano 1970; Galleria La Steccata, Parma 1974, 1998; Villa Aichele, Lorrach, Germania 1975; Galleria Ada Zunino, Milano 1975, 1982, 1984; Banca Popolare Centrale, Milano 1981; Centro d'Arte "Venezia e l'Europa", Venezia 1986; "Forme nel verde", Horti Leonini, San Quirico d'Orcia 1988; Comune di Sarnano 1989; Galleria Forni, Bologna 1990; Jouy sur Eure, Normandia 1992; Palazzo Reale, Milano 2001; Museo Tadini, Lovere 2002; Città di Ponsacco 2004; Museo Piaggio, Pontedera 2007.

Moltissime le collettive a cui prende parte, tra cui: Circolo della Stampa, Milano 1964; Museo della Valle Intelvi, Lanza 1968; Palazzo Strozzi, Firenze 1976, 1977, 1979; Arese 1976, 1978; Palazzo della Permanente, Milano 1976, 1979, 1984, 1990, 2006; "Mostra del gioiello d'arte in Brasile", San Paolo, Brasilia, Rio de Janeiro, Belhiorizonte 1977; Castello Sforzesco, Milano 1980, 1981; Villa Reale, Monza 1980; "Aurea Arte", Tokyo 1980; Quadriennale d'Arte di Roma, Messico, Sud-America, Nord Europa, Germania, Paesi Arabi 1983; Sommacampagna, Verona 1984, 1989; Istituto Italiano di Cultura, Monaco, e Augsburg, Norimberga 1988-1989; Saddam Art Center, Baghdad 1988; Malindi 1988; Oslo 1989; "Il percorso della scultura", Milano 1990; Triennale, Milano 1995; Museo Nacional de Belles Artes, Buenos Aires 1995; Anversa 1995; Ambasciata Italiana, Il Cairo, Istanbul, Singapore 1998-1999; "Scultura Internazionale", Agliè, Torino 2006. I suoi lavori figurano in prestigiosi musei italiani e stranieri, in numerose collezioni pubbliche e private ed in chiese e santuari. Realizza opere monumentali di notevole significato artistico e culturale in Italia e all'estero, tra cui diversi monumenti alla Resistenza e ai Caduti in varie città italiane. 

In Versilia, dove realizza diverse sculture presso i Laboratori Angeli ed Henraux di Querceta e gli Studi Nicoli di Carrara, presenta le sue opere in numerose collettive e personali presso la Galleria La Polena, Forte dei Marmi 1967; "Collages" 1999, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; antologica, Piazza del Duomo e Chiesa di Sant'Agostino, Pietrasanta 2000; Ospedale Unico Versilia, Lido di Camaiore 2003.


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito dell'Artista www.nadocanuti.it e da www.cdcom.it

Timeline