"Da una parte un desiderio di ordine, dall’altra un desiderio di distruzione alla ricerca di un altro ordine"
Pablo Serrano

Biografia

Pablo Serrano studia presso la Escuela Professionisti Salesianas a Sarrià, Barcellona. Nel 1935 si stabilisce a Montevideo, Uruguay, dove ha l'opportunità di incontrare Joaquín Torres García e Lucio Fontana. Nel 1955 entra a far parte del movimento spagnolo delle avanguardie artistiche. In quello stesso anno, vince la III Biennale di Arte Americana a Barcellona. Nel 1957 tiene la sua prima mostra personale presso l'Ateneo di Madrid. Insieme a Juana Francés e artisti come Manolo Millares e Antonio Saura collabora con El Paso Group. Nel 1958 espone alla Eduard Loeb Gallery di Parigi ed è invitato a prendere parte alla Art du XXI Siècle a Charleroi, in Belgio. Lavora presso il Museo di Scultura all'aperto di Alcala de Henares.

L’introspezione astratta di Serrano raggiunge il suo apice con la serie "Ritmi nello Spazio": composizioni dinamiche costruite da aste in acciaio inox. Nel 1959, partecipando a uno dei progetti di musica sperimentale di Pierre Schaeffer, Serrano presenta i suoi modelli di lavoro per questa serie, così come il primo incendio di un oggetto dal titolo ”Dis-occupazione dello spazio” o “Presenza dell'assenza” della Galleria del Disegno di Milano, Italia. Nel 1960, la reputazione che si è ormai saldamente affermata lo porta ad essere selezionato per prendere parte alla "Nuova Pittura Spagnola" e alla "Mostra di Scultura", prima al MOMA di New York e poi a Washington, Chicago e New Hampshire. Partecipa, nel 1961, alla II Internazionale di Pittsburgh presso il Carnegie Institute negli Stati Uniti, e alla II Esposizione Internazionale di Scultura Contemporanea al Museo Rodin di Parigi. 

Riceve, inoltre, il Premio della Critica González al Salone di Maggio a Barcellona. Realizza 23 pezzi per la XXXI Biennale Internazionale di Venezia nel 1962. Allo stesso tempo, e in linea con la linea estetica e filosofica avviata all'inizio del decennio, produce “Uomini con Porta”: una logica continuazione del suo precedente "Men-Vault". In questo nuovo periodo il carattere del lavoro di Serrano diventa ancora più dicotomico. Partecipa ad una mostra al Museo Guggenheim di New York. Nel 1976, la serie "Giogo-Unit" apre la strada per numerosi progetti scultorei come il pezzo intitolato "Spiritu mundi, Open Giogo-Unit" scolpito per l'Università di Houston, Texas. Nel 1982, riceve il premio inaugurale Príncipe de Asturias per l'Arte. In seguito espone al Museo dell'Hermitage, a San Pietroburgo. Nel 1985, Serrano espone pezzi di queste ultime serie presso la Juana Mordo Gallery di Madrid, così come le loro versioni originali in gesso al Museo Guggenheim di New York. Muore il 26 novembre 1985, all'età di settantasette anni. Il 27 maggio del 1994 apre la Fondazione-Museo di Pablo Serrano a Saragozza.

Timeline