"Per una scultrice come me, avere l’opportunità di esporre in luoghi così importanti per la cultura mondiale e realizzare le mie creature con il marmo migliore del mondo è un successo enorme"
Paola Epifani (Rabarama)

Biografia

Paola Epifani, in arte Rabarama, figlia d’arte e dall’estro precoce, partecipa alla sua prima mostra a 10 anni in occasione dell’esposizione organizzata per il 30° anniversario NATO. Caratteristica della sua scultura è la monumentalità, realizzata con l’utilizzo di materiali disparati  – bronzo, alluminio, marmo, gomma, inclusioni in resina. Sale alla ribalta della scena artistica contemporanea a livello nazionale ed internazionale a partire dal 2000.

Nel 2002 espone all’estero, in Messico e Francia, e in Italia, presso Pinacoteca Castello Svevo di Barletta; nel 2004 le sue opere arrivano fino in Cina, con esposizioni a Shangai e Pechino. Nel 2005 è di nuovo in Messico e Venezuela. Nel 2007 inaugura una personale all’aperto, sul lungomare di Reggio Calabria, Rabarama. Identità, di cui tre statue in bronzo e alluminio dipinto, "Trans-lettera", "Labirintit" e "Co-stell-azione", diventano in seguito allestimento permanente. L’anno successivo realizza una personale Rabarama. Peintures et Sculptures presso La Galery Fine Arts di Saint Paul de Vence in Francia. Installa inoltre una serie di sculture monumentali nello spazio urbano in occasione di Arte Fiera a Catania; sempre in ambito di installazioni cittadine, a cura di V. Sanfo è Rabarama à Paris, che vede l’installazione delle sue opere in Place de la Sorbonne, Rue Soufflot e Place du Pantheona Parigi. Nello stesso anno espone a Pechino e Miami.

Nel 2011 partecipa al padiglione Italia della Biennale di Venezia, con la scultura "Abbandono"; prende poi parte a Firenze ad ANTIConforme, un evento di urban art, itinerante all’interno di particolari luoghi della città (Piazza Pitti, Giardino di Boboli, Giardino delle Scuderie Reali, Complesso Le Pagliere), in cui le opere moderne sono deputate al confronto con i monumenti rinascimentali. Sua è la prima opera d’arte italiana acquistata dal Governo cinese, per essere collocata nella piazza di fronte al Palazzo del Governo a Shangai. Espressione di arte urbana sono anche Rabarama dans la presqu’ile de Saint Tropez (2009), installazione di sculture monumentali in città e sulle spiagge di Saint Tropez, e Rabarama sur la croisette, in cui le sculture trovano posto per le strade della città e presso il Grand Hotel a Cannes, realizzata nel 2010. Del 2012 è la mostra personale presso Van Loon & Simons Galery a Vught in Olanda; sempre del 2012 è la creazione In-cinta, scultura in marmo bianco sita in piazza del Duomo a Pietrasanta.

Dal 2013 al 2015 collabora con la Fondazione Henraux per la lunga esposizione VolareArte, in cui le sue sculture in marmo delle cave dell’Altissimo, hanno trovato sede nelle cave stesse, a cornice di un concerto di Giovanni Allevi, per poi spostarsi a Lucca sulle Mura e a Pisa nello spazio verde antistante l’aeroporto Galileo Galilei. Sempre nel 2013, collabora con il Cirque du Soleil per One Night for One Drop, in una performance a Las Vegas (che si ripeterà nel 2014 e 2015). Nel 2014 partecipa alla collettiva Homo Faber. Mindcraft, Scolpire il tempo, realizzata a Pietrasanta per il 450enario dalla morte di Michelangelo e che si espande in tutto il tessuto urbano, con la partecipazione di artisti di grande fama. Del 2015 è l’opera Leud, scolpita in marmo bianco locale, in collaborazione con lo studio d’Arte di Massimo Galleni e destinata ad ornare Piazza Vittorio Emanuele a Vallo Della Lucania (SA). 


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dai siti:
d38we5ntdyxyje.cloudfront.netwww.profilodonna.comturismo.reggiocal.itstatic.panoramio.comstatic4.demotix.com
upload.wikimedia.orgwww.sienalibri.itwww.eventi-firenze.itesphoto980x880.mnstatic.comwww.fondazionehenraux.it,
farm6.staticflickr.com4.bp.blogspot.com

Timeline