"Impeto drammatico, tenero lirismo e accenti grotteschi, determinano il clima intellettuale di Koper"
Carola Giedion-Welcker, storica dell'arte

Biografia

Si diploma all'Accademia di Belle Arti di Cracovia nel 1936, per poi frequentare La Grande Chaumière di Parigi dal 1938 al 1939. Nel 1940 si trasferisce a Londra, dove nel 1949 gli viene riconosciuta la cittadinanza inglese. 
Dal 1941 inizia a partecipare ad importanti mostre internazionali, tra le quali si ricordano: National Gallery of Scotland, Edinburgo 1941, 1942; Royal Institute of Fine Arts, Glasgow 1941; Royal Scotish Academy, Edinburgo 1941; National Gallery, Londra 1942; "Allied Artists" RBA, Londra e Glasgow (I Premio, 1942); Brook Steet Gallery, Londra (personale, 1942); Royal Academy of Arts, Londra 1943, 1950; The Leicester Galleries, Londra 1944; "The London Group Exhibition" 1944-1948, 1953, 1956, 1959; The Royal Society of British Artists, Londra 1949; mostra internazionale, Roma 1956; Marlborough New London Gallery 1961; Hanover-Gimpel Gallery, Zurigo 1963; Biennale, Chateau de la Sarraz, Losanna (I Premio, 1963); Biennale Internazionale di Scultura, Milano 1968; Galleria B.V. d'Eendt, Amsterdam 1968; Grabowski Gallery, Londra 1969; Centro Culturale Braidense, Milano 1975; Biennale Internazionale di Scultura, Campione d'Italia 1975; Biennale, La Spezia 1980; Galleria Lopez, Zurigo 1982-1984, 1986-1987; International Art Consulting, Ratingen 1995. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private di Svizzera, Italia, Polonia, Inghilterra, Francia, Stati Uniti, Canada e Olanda. 

Soggiorna a Carrara dal 1968 fino alla sua morte, dove lavora nel suo studio e presso il Laboratorio Mino Bruschi di Ortonovo, La Spezia. Nel territorio apuo-versiliese partecipa ad alcune rassegne, fra cui si ricordano: Biennale Internazionale di Scultura, Carrara (I Premio, 1967, 1969, 1973, 1981); "Mostra nazionale del marmo" 1972, Carrara; "Giovane Scultura Internazionale" 1986, Castello Malaspina, Massa; "Sculture di Passaggio" 1986, Montignoso, Massa; Palazzo Rosso, Carrara 1986; Museo Civico del Marmo, Carrara 1986. Nel 1999 una sua scultura è collocata in Via Bernini, località Africa a Pietrasanta, entrando così a fare parte del Parco Internazionale di Scultura Contemporanea della città. 


Le immagini pubblicate nella TimeLine sono state estratte dal sito del Museo del Marmo di Carrara http://urano.isti.cnr.it:8880/museo/home.php e da www.arcadjia.com

Timeline