“Preferisco lavorare il marmo bianco statuario, lo stesso che appassionò Michelangelo e che lui stesso andava a scegliere al Monte Altissimo”
Villiano Tarabella

Biografia

Figlio di una famiglia di lizzatori a tredici anni apprende il mestiere di scultore nel laboratorio dell'amico e letterato Alessandrini a Querceta, dove studia anche Enzo Nenci. Approfondisce i suoi studi nei laboratori artigianali della Versilia. Nel 1957 si trasferisce a Parigi, dove conosce Dideron e Jean Arp con i quali collabora fino al 1966; nel 1960 apre un suo studio a "La Ruche". Nel 1965 partecipa alla prima di molte edizioni del Salon de la Jeune Sculpture a Parigi. Nel 1972 vince il concorso per la realizzazione di un'opera presso la clinica dei Dr. Sobleman e Dr. Blanc-Mesnil e nello stesso anno presenta la sua prima personale presso la Galeria Kriegel. Seguono numerose altre personali, tra cui: Galerie de France et Benelux, Bruxelles 1975; FIAC, Grand Palais, Parigi 1980, 1981; S.L. Art Gallery, Dallas 1981; Neoartis, Chambre des Notaires, Carcassonne 1990; Galerie des Arcades, Biot 1991; "Kissinger Sommer Kultur in Europa" 1992, Bad Kissingen, Germania; Chiostro delle Oblate e Galleria Alibrandi, Firenze 1998.

Prende parte anche a molte altre collettive, soprattutto a Parigi, tra cui: "Grands et Jeunes d'Aujourd'Hui", "Réalités Nouvelles" (dal 1966); "De Rodin à Nos Jours" 1968; La Grande Motte, "18 Artistes Italiens" 1969, E.N.I.T.; "Parly II" 1970; Salon de Mai 1970-1983; Salon d'Automne 1971-1981; a Téhéran, Iran, 1978; Salon de Mars 1972; Centre Culturel Américain, Istituto Italiano di Cultura 1974, 1999; Sculpteurs Italiens de Paris: Centre Culturel Italien 1974; Galerie Paris-Sculp: Club Vitatop Montparnasse 1974; "L'Art, l'Homme et la Science" 1978, Université d'Orsay; "Triennale Européenne de Sculpture" 1981; "L'Îuf", Salle Pleyel, Parigi 1989; "Mairie du XVème, VII Salon des Artistes", XV Arrondissement (ospite d'onore, 1991); Salon Coup de CÏur, Espace Cardin 1996; "Artistes Italiens de Paris" 1999, Istituto Italiano di Cultura; ed anche a livello internazionale, tra cui: Biennale, Mannheim; "Confrontations" 1967, Dijon; Galerie Argés, Bruxelles 1971; Salon de Montrouge 1972, 1979; Centre Culturel International, Château de Vascoeuil 1972; Musées de St. Etienne, Le Havre, Fontenay-le-Comte; Rassegna Internazionale di Scultura Contemporanea, Lucca 1973; "Formes pour un Espace: Jardin des Arts" 1974, St. Germain en Laye; Galerie de France & du Bénélux, Bruxelles 1974, 1975; "Art dans la Rue" 1975, Losanna; "Peintres et sculpteurs de la Réalité d'Aujourd'hui" 1975, Bordeaux; "Rassegna Internazionale del Bronzetto", Padova 1975; Salon Sculpture Contemporaine, Fontenay-sous-Bois 1981; Triennale Européenne de Sculpture, Parigi 1981; Art-Sport, Avignone 1981, 1982; Galerie Yoshii, Tokyo; Musei di Meudon e Belfort 1983; "Sculture di Oggi" 1983, Pisa; "Sculptures des Années 80" 1983, Musée du Château, Dourdan; "Exposition Internationale de Sculpture Contemporaine", Château Royal, Collioure 1986; "Aspetti della Scultura Contemporanea 1900-1989" 1989, Galleria Forni, Bologna; "Idiomi della Scultura Contemporanea" 1989, Sommacampagna; "Convergences Parallèles: Les Maîtres Italiens de Paris" 1991, Théâtre R. Rolland, Villejuif; Jarny; "Alchimies 1991: 23 Artistes Italiens de Paris" 1991, Jarny; Art-Jonction International, Nizza 1991; "18 Artistes Italiens pour l'Europe" 1994, Musée des Beaux-Arts, Chambery; "Un Monde de la Sculpture Internationale" 1995, Studio Angeli, Anzère, Svizzera; "Le sembianze del mito" 1996, 1998, San Giovanni in Persiceto; "Omaggio al Libro: Mostra di Scultura" 1996, Montereggio; "La Forma Felice: Omaggio agli scultori della Versilia" 1996, Fregene; "Tre Scultori a Zola Predosa" 1997; "L'Arte nella città Il Sedile in Pietra" 1997, Milano; "Arte e Città: Il corpo sognato-Scultori a Persiceto" 1998; 17ème Salon d'Angers 1998; "The flight of the art" 1998, Mostra Internazionale, Aeroporto Galileo Galilei Pisa; "Omaggio a Nivola" 1998, Nuoro; "Ovazione" 1999, Venezia; "Omaggio a Marino Marini" 2000, Pistoia e Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; "Dalla Versilia a Lugano" 2000, 2001; Bad Ragartz: Schweizerische Triennale, Bad Ragaz 2000, 2009; "Sculpture in the Garden" 2003, 2004, Università di Leicester, Inghilterra.

Tra le sue numerose commissioni pubbliche si ricordano: trofeo per "Les Victories de la Musique", Francia 1985, 1996; "Monumento Camille Claudel" 1992, omonimo Liceo di Vaureaul, Francia; Plain de Domaine de St. Cloud; Port de Bouc; Liceo de la Fontaine des Eaux, Dinan; Liceo Europe Schuman e S.P.C.I.-S.C.I. Caisse de Dépôts, Cholet; "Progetto di fontana" 1998, Fundacion Valencia Tercer Milenio, UNESCO; "La fontana del dialogo" 2002, Piazza Garibaldi, La Spezia. Nel 1985 il Musée d'Art Moderne de le Ville de Paris acquista tre sue opere e nel 1991 riceve il Prix Fondation Florence Gould durante il Prix International d'Art Contemporain de Monte- Carlo. Alla permanenza a Parigi, alterna soggiorni in Versilia per realizzare le sue opere più grandi presso i Laboratori Giorgio Angeli, Marco Giannoni, Studio Sem e le Fonderie Tesconi e Tommasi.

In questa zona partecipa a molte rassegne, tra cui: "A.A. Versilia" 1975, Pietrasanta; "Scultori e Artigiani in un Centro storico" 1975, 1977, 1979 e "Artisti e Artigiani in un Centro storico" 1976, Pietrasanta; "Il passato e la presenza-Per un museo dei bozzetti" 1983, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; "Giovane Scultura Internazionale-II rassegna del piccolo formato" 1986, Castello Malaspina, Massa; "Attenzione sulla scultura: 12 protagonisti italiani" 1987, 1988, Marina di Carrara; "Il disegno degli scultori" 1988, CCLR, Pietrasanta; "Scultori in Versilia" 1989, Galleria Botti, Pietrasanta; "Breve Viaggio nella Scultura: Galleria Botti (La Versiliana)" 1990, Marina di Pietrasanta; "Pietrasanta-La veste del vuoto-Artisti e fonderie" 1993, centro storico, Pietrasanta; Premio Internazionale di Scultura Gioia Lazzerini, Pietrasanta 1994; "La Luce della Pietra" 1994, Pietrasanta; Biennale Internazionale di Scultura, Carrara 1996; "Les Apuans de Paris" 1997, Palazzo Mediceo, Seravezza; "La porta dell'anima-Pietrasanta il sacro e la scultura" 1998, Centro Culturale L. Russo e Piazza Duomo, Pietrasanta; "Omaggio a Marino Marini" 2000, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; "Segni della quotidianità" 2000, Carrara; "Schegge d'Altissimo" 2000, Azzano; "Cinquanta per cento-100 artisti in cantina" 2002, Fondazione Arkad, Seravezza; "Salviamo il Duomo" 2002, Spazi espositivi "Il Vaticano", Pietrasanta; "Salviamo il Duomo" 2002, Centro Culturale L. Russo, Pietrasanta; "L'acqua e la vita: Magnetismi delle forme" 2002, Castelnuovo Garfagnana; "Sedili di pietra" 2004, Pontedera; "Amor marmoris, il lavoro come arte" 2005,  centro storico, Levigliani; "I segni e le forme-Due passi nell'arte" 2005, centro storico, Pietrasanta; "Marmo d'Opera" 2006, Palazzo Mediceo, Seravezza; "Genesi", Chiesa di Sant'Agostino e Piazza del Duomo, Pietrasanta (personale, 2009). Nel 2005 viene collocata la sua opera "Femme Fleur" sulla rotonda di Via Unità d'Italia a Marina di Pietrasanta e nel 2006 la scultura "Il falco" al Palazzo Mediceo di Seravezza, che gli dedica una strada a Giustagnana nel 2007.

Timeline