Cento anni di storia sociale in Versilia. 1820-1920

Il processo di sviluppo dell’industria del marmo in Versilia ha un inizio ben preciso: 1820. La storia ci racconta che proprio in questo momento si apre per la Versilia una nuova era: Marco Borrini acquista il Monte Altissimo e fonda la società con Jean Baptiste Alexandre Henraux. Solo dieci anni dopo il settore registra migliaia di addetti nelle cave, nelle segherie, nei laboratori. Ne consegue progresso, movimento operaio e l’accrescimento della tradizione di solidarietà che distingue le nostre Comunità.

L’incontro sarà occasione anche per proiettare il documentario “I cavatori”, cortometraggio (16 minuti circa) realizzato dal Cineclub Seravezza nel 1958/59 ispirato all’omonima poesia di Lorenzo Tarabella, e al romanzo “La valle Bianca” di Sirio Giannini, Premio Hemingway 1956, pubblicato nello stesso anno nella collana “La Medusa degli Italiani” di Mondadori. Regia e sceneggiatura di Sirio Giannini. Gli attori del film sono tutti cavatori, Tarabella compreso.

Il film ha ottenuto il Premio Airone d’Oro e Trofeo Fedic per il miglior cortometraggio nel Concorso Nazionale 1961 del film d’amatore di Montecatini Terme e numerosi altri premi in Italia e all’estero.

Relatori: Costantino Paolicchi, storico
Introduce Giuliano Rebechi, giornalista

Il Convegno è inserito nel ciclo di incontri “Sulle orme di Michelangelo: dal passato alla contemporaneità”
Supporto scientifico: Promo PA Fondazione
Patrocinato dai Comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema

INGRESSO GRATUITO | E’ gradita la prenotazione
Orario 10:00 – 12:00

 

 

 

 

 

@ Apuania Marmi

Recent Posts